“Una storia straordinaria” di Diego Galdino- Recensione

Trama “Una storia straordinaria”:

Luca e Silvia sono due ragazzi come tanti che vivono vite normali, apparentemente distanti. Eppure ogni giorno si sfiorano, si ascoltano, si vedono. I sensi percepiscono la presenza dell’altro senza riconoscersi. Fino a quando qualcosa interrompe il flusso costante della vita: Luca perde la vista e Silvia viene aggredita in un parcheggio. La loro vita, sconvolta, li porta a chiudersi in un’altra realtà e il destino sembra dimenticarsi di loro. Eppure, due anni dopo la loro grande passione, il cinema, li fa conoscere per la prima volta e Luca e Silvia finiscono seduti uno accanto all’altra alla prima di un film d’amore. I due protagonisti, feriti dalle vicissitudini degli eventi passati, si ritrovano, così, loro malgrado, a vivere una storia fuori dall’ordinario. Ma l’amore può essere tanto potente da superare i confini dei nostri limiti e delle nostre paure? E il destino, quando trova due anime gemelle, riesce a farci rialzare e camminare insieme?

Una storia straordinaria
Editore: Leggereditore
Collana: Narrativa

Sullo sfondo di una Roma che trasmette ancora il fascino di città eterna e che sembra richiamare un po’ il film “Vacanze Romane” con la Hepburn, la vita ha deciso di giocare assumendo il ruolo di Cupido con due giovani ragazzi, Luca e Silvia, che all’inizio del romanzo si sfiorano ma non si incontrano, si baciano ma non si toccano, si inseguono ma non si cercano, o per meglio dire, ancora non lo sanno.

Ma la vita decide di stravolgere completamente gli equilibri e, riprendendo in mano la bacchetta da strega cattiva, gioca un brutto scherzo ai nostri protagonisti.

Luca, a causa di una rara malattia, si ritrova senza vista. Può ascoltare, percepire i profumi ma non ammirare la persona da cui proviene quel profumo.

E Silvia, dopo una violenta aggressione, viene privata della sua quotidianità, dei piccoli gesti che le permettevano di prendersi cura di sé stessa.

Diego Galdino, però, dà ai protagonisti una caratteristica importante, li rende caratterialmente forti e determinati. Sono delle fenici, rinascono dalle proprie ceneri.

L’autore, nel libro, riporta un frase di Joaquin Phoenix:

Il cinema è come l’amore: ti accade e basta.

Penso che questa frase possa essere estesa al concetto stesso di vita. Per quanto sia del parere che siamo noi gli artefici del nostro destino, alcune cose sfuggono al nostro controllo e quindi, la vita accade.

È proprio in un cinema che Luca e Silvia smettono di sfiorarsi per incontrarsi davvero.

L’autore ha la capacità di far percepire il bisogno che hanno l’uno dell’altro non per dimenticare se stessi ma per riuscire a ritrovare di nuovo la voglia di farsi scoprire e liberarsi dai fantasmi del passato.

I piccoli gesti, l’appuntamento ogni sera per conversare di cosa è accaduto durante la giornata, una partita di calcio, il semplice tenersi le mani profumano di romanticismo, ma non smielato o forzato. Il romanticismo descritto da Galdino ha il profumo di gesto naturale.

È il voler fare qualcosa di bello per qualcuno che ha contribuito a cambiare la tua vita portando in dono la sua di vita.

Mi viene in mente una canzone di Ligabue:

Porta la tua vita che vediamo che succede a mescolarle un po’

Le sensazioni provocate dalle nuove conoscenze, l’innamoramento, le condivisioni hanno il sapore della purezza che fa bene al cuore.

Perché non è alle mie orecchie che hai sussurrato, ma dentro il mio cuore. Non erano le mie labbra che hai baciato, ma la mia anima.

Frasi di Judy Garland riportata nel libro

Diego Galdino descrive l’amore in tutti i sensi ma, non puo esimersi dal portare nel suo romanzo anche l’aspetto crudele della vita, quello che ti sbatte in faccia un realtà difficile da accettare e che mette a dura prova anche l’amore più saldo.

Ma i nostri protagonisti, sono pur sempre delle fenici e hanno imparato bene come si risorge dalle ceneri rendendo la loro storia: “Una storia straordinaria”.

Assolutamente consigliato, non solo per le emozioni suscitate, ma anche per il fatto che l’autore mi ha convinta a guardare, per la prima volta in vita mia, il film “Notting Hill”.

Una storia straordinaria
Fonte Wikipedia

Diego Galdino è uno scrittore e imprenditore italiano.

Il primo caffè del mattino” (2013), è il suo primo romanzo a cui faranno seguito: “Mi arrivi come da un sogno”, “Vorrei che l’amore avesse i tuoi occhi”, “Ti vedo per la prima volta” e “L’ultimo caffè della sera” sequel de “Il primo caffè del mattino”. “Una storia straordinaria” è il suo ultimo romanzo.