SISSI-Vita e leggenda di un’imperatrice di Nicole Avril.

Nel leggere il nome Sissi a molti viene in mente la giovane attrice Romy Schneider che in tre film diede il volto all’imperatrice d’Austria e regina d’Ungheria.

L’immagine passata attraverso i film è quanto di più lontano dalla vera Sissi e della sua vita a corte.

Nata a Monaco il 24 dicembre 1837, principessa in Baviera, terzogenita del duca Max e della duchessa Ludovica, quest’ultima sorella dell’arciduchessa Sofia madre dell’imperatore Francesco Giuseppe d’Austria.

Alta 172 cm, vitino da vespa, una delle donne più belle della sua epoca, seppe incantare tutti con il suo fascino.

Giovane cresciuta in maniera libera e indipendente lontana dagli obblighi dell’etichetta,sposa,appena sedicenne,l’imperatore Francesco Giuseppe, suo cugino, divenendo imperatrice.

Non essendo abituata agli obblighi che il proprio ruolo impone mal sopporterà il rigido protocollo che vige alla corte austriaca e il controllo imposto dalla zia Sofia. Questo dissidio tra Sissi e la suocera esisterà sempre.

Appassionata di poesie, in special modo di Heine di cui diverrà un’autentica esperta, animo irrequieto sempre in movimento da un paese all’altro, ossessionata dalla bellezza tanto da inventare delle diete assurde, amazzone instancabile, poco avvezza a parlare di politica, si intrometterà soltanto nella questione ungherese perché innamorata di questo Paese.

Il matrimonio fra lei e Franz Joseph nei film è stato molto romanzato, in realtà non si può considerare riuscito, anche se a modo loro si sono amati molto.

Morirà assassinata per mano di un italiano, Luigi Lucheni, il 10 settembre 1898.

Nicole Avril, in questa biografia, in maniera meticolosa, descrive ogni aspetto della vita pubblica e privata della regale figura.

La precisione e allo stesso tempo la leggerezza con cui vengono descritti gli aspetti anche più intimi di Sissi fanno sì che il romanzo si legga con piacere, gli occhi divorano le parole impresse senza mai essere stanchi.

Link Amazon

Sissi
Nicole Avril, insegnante di lettere, ha pubblicato tra l’altro anche le biografia della fotografa Dora Maar e della femminista Flora Tristan.