Settimio Severo-Iulia storia di un’imperatrice

Lucio Settimio Severo Augusto è stato un imperatore romano, nato a Leptis Magna e salito al potere nel 193 d. C. dopo dure battaglie. Fondatore della dinastia severiana, marito di Iulia Domna e padre di Bassiano – il futuro imperatore Caracalla – e Geta.

Settimio severo

Assassinato l’imperatore Commodo, il Senato nominò nuovo imperatore Pertinace ma, assassinato anche questi, Didio Iuliano acquistò ad un’asta il favore dei pretoriani divenendo il nuovo capo di Roma. Fatto che costituì l’inizio della guerra civile romana che vide Settimio Severo contrapporsi prima a Didio Iuliano e poi a Pascennio Nigro e Clodio Albino, rispettivamente governatori della Siria e della Britannia.

Le battaglie durarono dal 194 d. C al 197 d. C anno in cui Settimio Severo conquista il potere.

<<Lucius Septimius Severus Pertinax Augustus Imperator VIII>>sussurrò.

Quelli erano i nomi incisi intorno alla sua immagine. Sorrise. Chiusi il pugno e strinse forte le monete, poi le lanciò verso i soldati che sfilavano. Più di uno vide la propria marcia ricompensata in modo speciale.

Il palco imperiale era sotto gli sguardi di tutti: senatori sottomessi, patres conscripti a lui favorevoli, cittadini di ogni classe e condizione, liberti o schiavi, tutti asannavano il pulviran ammirati e strabilianti.

Lì, sulla prima fila del palco, con il braccio destro alzato, Settimio Severo salutava le coorti legionarie che, una dietro l’altra, in un interminabile dispiegamento di forze militari, marciavano davanti a lui e alle duecentocinquantamila persone radunatesi nel grande stadio nel cuore di Roma.

Tratti dal libro Iulia-storia di un’imperatrice

Link Amazon

Durante il suo Governo, furono adottate diverse riforme tra queste, l’aumento della paga ai legionari, la concentrazione dell’amministrazione dello Stato in mano ad amici fidati e il divieto ai governatori delle provincie di istituire imposte.

Morì nel 208 a Eburacum(York) mentre era intento a riprendere la guerra, assillato dalla gotta.