Nelle sue ossa di Maria Elisa Gualandris

Un delitto è come uno strappo che rompe l’equilibrio del cosmo; come le piastrine che chiudono la ferita e bloccano l’emorragia, permettendoci di sopravvivere. Alla fine l’organismo va avanti, anche se segnato da cicatrici che non passeranno mai.

Durante un restauro, nella cantina di una villa vengono trovate ossa umane. Sono lì da almeno quarant’anni e nessuno ha idea di chi possono essere. La giornalista Benedetta Allegri si imbatte nella vicenda e spera che possa essere l’occasione per rilanciare la sua carriera precaria. Aiutata dall’affascinante commissario Giuliani, scopre che le ossa sono di Giulia Ferrari, una studentessa scomparsa nel 1978 che nessuno ha mai veramente cercato. La procura ha fretta di archiviare il caso e cerca di far ricadere la colpa su quello che all’epoca era il fidanzato della ragazza. Benedetta, però, intuisce che la sua tranquilla cittadina di provincia nasconde molti segreti ed è pronta a tutto pur di giungere alla verità e ottenere giustizia per Giulia.

Nelle sue ossa

Link libro

35 anni, un lavoro precario, una relazione all’apparenza stabile ma con qualche dubbio, preoccupazioni familiari e la continua ricerca di uno scoop, Benedetta Allegri è questo e molto di più.

Un feeling immediato con la protagonista, una ragazza forse come tante, entusiasta e disillusa allo stesso tempo ma che va avanti nonostante i suoi sogni siano in stand by.

Un romanzo con un ritmo crescente con colpi ben assestati da parte dell’autrice che lo rendono interessante e portano il lettore a sentirsi sempre più coinvolto, il tutto condito da un mix di leggerezza e humor che mettono di buonumore e accrescono la curiosità sia nei confronti della protagonista che della vicenda.

Pur senza un gran colpo di scena finale – l’epilogo è stato quasi scontato – la narrazione, che definirei da fiction, è in grado di ricreare nella mente di chi legge le scene narrate.

Quello che spero è che l’autrice non si fermi e dia ancora vita al personaggio di Benedetta Allegri che, sono certa, ha ancora molte cose da raccontare e di cui occuparsi.

Autrice

Maria Elisa Gualandris, laureata in Filosofia all’Università Cattolica di Milano, vive sul Lago Maggiore ed è una giornalista professionista. Scrive di cronaca nera e giudiziaria per diversi media locali. Ogni mattina conduce il programma Giornale e Caffè su Rvl La Radio. Nel 2016 ha creato il blog I libri di Meg per condividere la sua passione per la lettura. È stata finalista al concorso GialloStresa nel 2013 con il racconto Pesach, pubblicato nell’antologia Giallolago (Eclissi). Nelle sue ossa è il suo primo romanzo.