Halloween, le origini della festa

Se vi dovesse capitare di vedere in giro zombie, fantasmi e lupi mannari non preoccupatevi, non è iniziata l’apocalisse e i morti viventi non sono tra di noi ma semplicemente ricorre la festa di Halloween.

Molti si travestono con costumi e accessori macabri nella notte del 31 ottobre ma chi conosce l’origine di questa festa?

In tanti pensano che Halloween sia nata in America ma in realtà ha origine antichissime rintracciabili in Irlanda. Esattamente corrisponde alla festa di Samhain, il capodanno celtico. Per i celti infatti l’anno non cominciava il 1° gennaio ma il 1° novembre con l’inizio dei primi freddi.

Questa festa aveva come tema principale la morte perchè i celti ritenevano che con l’arrivo dell’inverno la vita si mettesse a tacere ma, nel sottosuolo, sede di riposo dei morti, in realtà la vita fosse in fase di rinnovo.

Si diffuse questa usanza da noi verso la metà del XIX secolo quando molti irlandesi furono costretti a emigrare verso gli Stati Uniti a causa di una carestia. Qui, gli irlandesi, crearono una comunità che mantenne vivo il culto di Samhain fino a farne una festa nazionale. Con l’avvento del Cristianesimo, cristiani e celti vennero a contatto e si diffuse ancora di più. Certo, la Chiesa ha sempre cercato di sradicare Halloween e così ha introdotto Ognissanti il 1° novembre seguito dalla commemorazione dei defunti il giorno dopo.

Il nome Halloween rappresenta una variante scozzese, il nome completo è ALL HALLOWS’EVE che significa: “Notte di tutti gli spiriti sacri”. Ad oggi questa festa ha perso ogni riferimento religioso ed è diventata soltanto motivo di divertimento tra i giovani.