Caterina d’Aragona di Alison Weir

Inghilterra, 1501. In piedi sul ponte della nave, con le ciocche di capelli rosso e oro che le sferzano il viso, Caterina d’Aragona figlia di Ferdinando il Cattolico e Isabella di Castiglia, scruta con trepidazione la costa inglese, domandando si cosa le riserverà il futuro. Promessa sposa all’erede al trono, il Principe Arturo, Caterina sa che sarà suo dovere dimenticare la Spagna e adeguarsi agli usi e costumi del nuovo Regno, di cui un giorno sarà regina.

Caterina d'Aragona

Link libro

Per gli appassionati di storia – nello specifico di storia inglese – Caterina d’Aragona è uno dei personaggi più famosi, legato ad un’epoca di cambiamenti politici e religiosi.

Nata in Spagna, figlia di Ferdinando il Cattolico e Isabella di Castiglia, fin dalla giovane età fu pedina del gioco politico dei genitori che, attraverso il matrimonio con l’erede alla Corona Inglese, speravano di suggellare la pace con l’Inghilterra di Enrico VII.

Dopo il matrimonio con il principe Arturo durato poco a causa del decesso di quest ultimo, andò in sposa al principe Enrico, futuro Enrico VIII.

Caterina ricevette un’ottima istruzione e una profonda educazione religiosa che fecero maturare in lei una grande fede.

Purtroppo la sua vita fu segnata da lutti, perse 5 dei 6 figli concepiti con Enrico VIII, soltanto una figlia riuscì a sopravvivere, la futura Maria I.

Con il passare degli anni e con il sopraggiungere della menopausa precoce che, di fatto, sancisce la fine del periodo fertile di una donna, Enrico VIII prese la decisione di istituire un tribunale per far dichiarare nullo il matrimonio con Caterina appellandosi ad un passo del Levitico:

Se uno prende la moglie di suo fratello, è un’impurità; egli ha scoperto la nudità di suo fratello; non avranno figli.

Fatto negato da Caterina che fino all’ultimo dei suoi giorni ha sempre dichiarato che il primo matrimonio non venne mai consumato.

Troppo ubbidiente e assoggettata per trovare pieno consenso ai tempi d’oggi, pur subendo tante angherie da parte del re ha sempre dichiarato il suo amore per il suo sposo senza mai cedere, ma anche una donna a cui si riconosce dignità, coraggio, umanità e misericordia, qualità che non appartenevano alla sua rivale, Anna Bolena.

Una donna impegnata nella lotta per non permettere a nessuno di infangare la sua dignità e quella della figlia.

Ellison Weir fa rivivere i tempi belli di una giovane principessa spagnola e la caduta di una regina che fino alla fine ha lottato perché venisse riconosciuto il suo ruolo, quello di vera regina.